Thistlegorm, il relitto più visitato al mondo

Affondato il 6 ottobre del 1941  il Thistlegorm è probabilmente il più popolare e visitato relitto di tutti i mari, nonostante il calo di presenze subacquee che il Mar Rosso sta vivendo in questi ultimi tempi.

Ecco a voi allora una carrellata di fattiriguardanti il Thistlegorm; non la solita descrizione o il racconto di chi lo ha visitato che, se pur ricco di emozione, abbiamo tutti già ampiamente letto in rete, ma curiosità, dati e fatti che riguardano il relitto. Scommettiamo che non li conosci tutti…

 

La navethistlegorm-mappa-relitto-isda-travel-blog

  • La nave mercatile britannica fu varata il 9 aprile 1940, un anno prima di affondare
  • In tutte la sua vita ha fatto quattro viaggi: il primo verso gli Stati Uniti per caricare parti di aerei e rotaie, poi in Argentina per caricare grano, quindi nelle Indie Occidentali per un carico di rum e infine quello in cui è stata affondata
  • Era costata 115.000 sterline, cifra che oggi ci sembra irrisoria
  • E’ stata costruita per conto della Albyn Line, società scozzese. La Albyn Line ha dato a tutte le sue navi il nome di diverse qualità di cardo (“thistle”), il fiore ufficiale scozzese: Thistledhu, il cardo nero, Thistleroy, il cardo rosso, e così via.
  • La velocità di navigazione del Thistlegorm era di 10 nodi

 

L’affondamento

  • Quando è affondata faceva parte di un convoglio di sedici navi dirette ad Alessandria per portare rifornimenti all’armata britannica.
  • thistlegorm-relitto-automobile-isda-travel-blog-thistlegormPare che trasportasse tutto l’occorrente per allestire un intero campo di aviazione
  • E’ stata affondata durante l’attacco a sorpresa da parte di una squadriglia di bombardieri tedeschi Heinkel He-111 arrivati da Creta
  • I bombardieri avevano l’ordine di affondare al RMS Queen, una nave reale convertita in trasporto truppe. Questa nave, che portava 1.500 soldati australiani, scampò all’attacco.
  • Gli aerei, all’avanguardia per i tempi, stavano rientrando verso Creta per scarsità di carburante e si sono imbattuti nella flotta per caso.
  • Testimoni oculari riferiscono che gli aerei volavano così bassi che se avessero abbassato il carrello si sarebbe incagliato nelle sovrastrutture del Thistlegorm
  • Sono state sganciate due bombe sulla nave, che ci ha messo pochissimi minuti ad affondare: colpita alle ore 01:30, è affondata alle 01:39
  • Ci sono state 9 vittime
  • Un altro importante relitto del Mar Rosso, la nave Rosalie Moller, è stata affondata tre giorni dopo il Thistlegorm

 

Il relitto

  • Il relitto del Thistlegorm è stato trovato nel 1955 da Jacques-Yves Cousteau. Pare che ne abbia conosciuta la posizione dai pescatori locali, ai quali regolarmente si incagliavano le reti
  • I primi reportage del relitto risalgono ad un documentario di Cousteau del 1956 e un articolo del National Geographic. In questo articolo c’è una foto in cui si vede la campana ancora al proprio posto, ora sparita.
  • Dopo Custeau, il relitto fu riscoperto nei primi anni ’90 da Adel Taher, il fondatore del Sharm Hyperbaric Medical Centre, che però non diffuse la notizia del ritrovamento per ben tre anni, periodo in cui vi si immerse solo lui con pochi amici.
  • In quei tre anni – manco a dirlo – gran parte del carico, comprese tutte le attrezzature mediche, sparì. E’ provato che morfina proveniente dal carico era vendthistlegorm-ricostruzione-3d-isda-travel-thistlegormuta al mercato de Il Cairo anni dopo. Di tutti i camion trasportati, solo due hanno ancora il volante.
  • Per molti anni il relitto è stato saccheggiato e molti oggetti sono andati in vendita su eBay, da motociclette intere a munizioni.
  • Nel 2007 l’Associazione per la Protezione e la Conservazione Ambientale di Hurghada (HEPCA) ha installato 32 boe di ormeggio permanenti. Nel giro di un paio di anni erano tutte sparite, portate via dalla corrente: i blocchi di cemento usati erano troppo piccoli.
  • Dal 2009 le barche sub ormeggiano direttamente sul relitto. Sono state contate fino a 35 barche ormeggiate contemporaneamente sul sito. La più grande minaccia per il Thistlegorm è l’uso di cavi d’acciaio per fissare le cime di ormeggio al relitto. A differenza delle cime in corda infatti, tagliano la sovrastruttura provocando numerosi danni.
  • Si stima che negli anni oltre un milione di subacquei si sia immerso sul relitto del Thistlegorm. E tu? Ci sei già stato?

Il Thistlegorm, forse il relitto più famoso e visitato al mondo, questo ottobre “compie” 75 anni dal suo affondamento. In questa pagina vi abbiamo raccontato solo alcune delle curiosità e dei fatti riguardo la sua breve carriera come nave e la sua lunga carriera come relitto.

Mancano i racconti degli eroi che sono sopravvissuti all’affondamento salvando altri compagni imbarcati, mancano molte curiosità, mancano le informazioni sulle campagne lanciate per preservarlo… Ma di tutto questo e anche di più può raccontarvi Vincenzo Casella, Instructor Trainer che da molti anni si è trasferito a Sharm e che conosce il relitto alla perfezione.

Vincenzo potrà anche organizzare la tua vacanza, trovarti le tariffe e i servizi migliori e soprattutto darti informazioni esatte sulla sicurezza di viaggiare in Mar Rosso in questo periodo.

 

Ecco i suoi recapiti:

Vincenzo Casella

Marineria Italiana nel Mondo

Tel.: +201019824655

Email: giukasub@gmail.com

Facebook: Marineriaitaliananelmondo

 

 

Salva

Salva

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi